Salta al contenuto principale
Ente italiano di unificazione delle materie plastiche - Federato all'UNI
Piazza Leonardo Da Vinci n. 32 - 20133  Milano, Telefono:   02 23996540 - 02 23996541

Norme

Cliccando sul codice della norma si potrà accedere alla scheda dettagliata presente sul sito dell'UNI

Cerca nelle norme
Titolo
Numero

Materie plastiche prime-secondarie - Parte 17: Miscele di materie plastiche eterogenee provenienti da residui industriali e/o da materiali da post-consumo destinate a processi di riduzione in impianti siderurgici - Requisiti e metodi di prova

La norma si applica alle materie prime-secondarie ottenute dal riciclo di materie plastiche eterogenee provenienti da residui industriali e/o da materiali da post-consumo; definisce i requisiti ed i metodi di prova di tali miscele da impiegarsi da sole o con altri materiali, come agenti riducenti in processi siderurgici.

Materie plastiche - Film barriera per la disinfezione per fumigazione dei terreni agricoli e orticoli - Parte 1: Specifiche per film barriera

La norma specifica i requisiti relativi alle caratteristiche dimensionali, meccaniche e fisico-chimiche dei film barriera termoplastici progettati per la disinfezione dei terreni agricoli e orticoli mediante fumigazione.
La norma specifica anche i metodi di prova per la verifica di questi requisiti, ad eccezione del metodo per determinare la permeabilità del film usando una tecnica statica, che è specificata nella
UNI EN 17098-2.
Questo documento definisce anche una guida per l'installazione, l'uso e lo smaltimento di film barriera.
È applicabile ai film utilizzati durante la disinfezione del terreno mediante fumigazione (classe 1) e ai film utilizzati durante la disinfezione del terreno successivamente tenuti in loco come film di pacciamatura (classe 2).
Alla data di pubblicazione di questa norma, i film barriera sono film multistrato

Materie plastiche - Film barriera per la disinfezione per fumigazione dei terreni agricoli e orticoli - Parte 2: Metodo per la determinazione della permeabilità del film usando una tecnica statica

La norma specifica un metodo per determinare la permeabilità al gas dei film usando una tecnica statica.
Questo documento è applicabile ai film barriera termoplastici per la disinfezione dei terreni agricoli e orticoli con la tecnica della fumigazione.

Sistemi di tubazioni di materia plastica per fognature e scarichi interrati non in pressione - Polipropilene (PP) - Parte 1: Specifiche per i tubi, i raccordi ed il sistema

La norma specifica i requisiti per tubi a pareti solide con superficie interne ed esterne lisce estruse dallo stesso compound/formulazione in tutta la parete, per i raccordi e il sistema di tubazioni in polipropilene (PP) destinati all'uso per:
- le applicazioni di scarico e fognatura all’esterno degli edifici (codice dell' area di applicazione "U");
- le applicazioni di scarico e fognatura sia interrate all'interno della struttura dell'edificio (codice dell' area di applicazione "D"), sia interrate all'esterno della struttura dell’ edificio.
Ciò si riflette nella marcatura dei prodotti con “U” e “UD”.
La norma è anche applicabile ai materiali di PP senza modificatori minerali.
La norma specifica i parametri di prova per i metodi di prova riferiti a questa norma.
La norma riguarda una gamma di dimensioni nominali, una gamma di tubi e raccordi di serie e fornisce raccomandazioni in materia di colori
In combinazione con l’ UNI CEN / TS 1852-2, la norma è applicabile a tubi e raccordi in PP, alle loro giunzioni e alle giunzioni con componenti di altre materie plastiche e materiali non plastici destinati a essere utilizzati per i sistemi di tubazioni interrati per lo scarico e la fognatura non in pressione .
I raccordi possono essere fabbricati mediante stampaggio a iniezione o fabbricati da tubi e / o da pezzi stampati.

Laminati decorativi ad alta pressione (HPL) - Fogli a base di resine termoindurenti (generalmente chiamati laminati) - Parte 9: Classificazione e specifiche per laminati con strato interno alternativo

La norma specifica i requisiti prestazionali per i laminati decorativi ad alta pressione (HPL) destinati all'utilizzo per impieghi interni, le cui composizioni dello strato interno non sono trattate nelle parti della UNI EN 438 da 3 a 5 e nella UNI EN 438-8. I tipi delle composizioni dello strato interno (colorato e rinforzato con metallo) sono definiti in questa parte della UNI EN 438.
La UNI EN 438-2 specifica i metodi di prova pertinenti a questa parte della UNI EN 438.

Materie plastiche - Profili a base di policloruro di vinile (PVC) - Determinazione della resistenza all'urto dei profili per caduta di massa

La presente norma specifica un metodo per determinare la resistenza all' urto di una massa in caduta a -10 ° C di profili di policloruro di vinile non plastificato (PVC-U).
È anche applicabile a profili a base di PVC a determinate temperature / condizioni di prova.

Materie plastiche – Profili a base di policloruro di vinile (PVC) - Determinazione dell’aspetto dopo esposizione a 150 °C

La presente norma specifica un metodo per determinare l'effetto del calore su profili di policloruro di vinile non plastificato (PVC-U), da effettuare in aria a 150 °C.
È anche applicabile a profili a base di PVC a determinate temperature / condizioni di prova.

Materie plastiche - Profili a base di policloruro di vinile (PVC) - Determinazione della resistenza degli angoli saldati e dei giunti a T

La norma specifica un metodo a flessione per trazione e a flessione per compressione per determinare lo sforzo di rottura degli angoli saldati e dei giunti a T fabbricati da profili di policloruro di vinile non plastificato.
È applicabile a profili a base di PVC utilizzati per la fabbricazione di finestre e porte.

Materie plastiche - Stampaggio ad iniezione di provini di materiale termoplastico - Parte 5: Preparazione di provini normalizzati per la determinazione dell'anisotropia

La norma specifica uno stampo (indicato con lo stampo di tipo F ISO) per lo stampaggio a iniezione di piastre con una dimensione preferita di 80 mm × 120 mm e una dimensione minima di 80 mm × ≥90 mm e con uno spessore preferito di 2 mm per l'acquisizione di valori singoli e multipli. Si è trovato che fornisce le proprietà anisotropiche massime, con solo una leggera sensibilità alla velocità di iniezione. Quando è possibile, è previsto l'uso di uno stampo a due cavità. Per la progettazione di parti in plastica, fornirà limiti superiori e inferiori per le proprietà di trazione. La corrispondenza dello spessore della piastra con un dato spessore del pezzo non è un criterio adatto a causa dell'effetto sull'anisotropia della velocità di riempimento dello stampo e della geometria del pezzo.
La ricerca dell'anisotropia dei materiali è una procedura speciale intesa a fornire indicazioni nella progettazione di stampati per applicazioni finali e non è intesa come strumento di controllo della qualità.
Nello stampaggio a iniezione di materiali termoplastici, il flusso di polimero fuso può influenzare l'orientamento delle cariche come la fibra di vetro o l'orientamento delle catene polimeriche, con conseguente comportamento anisotropico.
Ai fini del presente documento, la direzione del flusso è definita come la direzione dal foro di entrata all'estremità della cavità dello stampo e la direzione trasversale come direzione perpendicolare alla direzione del flusso.
Lo stampo di tipo F non è destinato a sostituire lo stampo di tipo D utilizzato per determinare la contrazione da stampaggio dei materiali termoplastici.

Materie plastiche - Film termoplastici retraibili per rotoballe per insilaggio

La presente norma specifica i requisiti per le caratteristiche dimensionali, meccaniche, della velocità di trasmissione dell'ossigeno e ottiche, dei film termoplastici retraibili per le rotoballe utilizzate per l'insilaggio del foraggio; specifica inoltre una classificazione per la riflettanza solare dei film. Questa norma specifica anche i metodi di prova per verificare questi requisiti e anche i metodi di prova per la tenuta all'aria e per la permeabilità all'ossigeno determinata su una rotoballa artificiale .
Questa norma è applicabile a film bianchi, neri o colorati a base di materiali poliolefinici. Copre l'intervallo di larghezza da 250 mm fino a 1 000 mm.
Le prestazioni dei film estensibili conformi a questa norma si basano sull'uso di almeno sei strati di film, prestirati con un rapporto tra il 60% e il 70% per le rotoballe e un rapporto del 55% e del 65% per l’ avvolgimento di balle con riquadri.
La presente norma fornisce inoltre una guida per lo stoccaggio dei rotoli e le istruzioni per l'avvolgimento, lo stoccaggio delle balle avvolte e lo smaltimento dei film.

Vuoi associarti a Uniplast?

Contattaci per avere maggiori informazioni e ricevere il modulo di iscrizione.