Salta al contenuto principale
Ente italiano di unificazione delle materie plastiche - Federato all'UNI
Piazza Leonardo Da Vinci n. 32 - 20133  Milano, Telefono:   02 23996540 - 02 23996541

Norme

Cliccando sul codice della norma si potrà accedere alla scheda dettagliata presente sul sito dell'UNI

Cerca nelle norme
Titolo
Numero

Materie plastiche - Contenitori di polipropilene prodotti per estrusione – Soffiaggio per l'imballaggio di liquidi alimentari

La norma fornisce i requisiti delle resine di polipropilene destinate ad essere utilizzate per contenitori rotondi con capacità fino a due litri inclusi per estrusione-soffiaggio, destinati all'imballaggio di liquidi per il consumo umano. La norma fornisce anche le tolleranze di massa, le dimensioni, i metodi di campionamento, le prove e i requisiti prestazionali.

Materie plastiche - Determinazione del grado di disintegrazione dei materiali di materia plastica in condizioni di compostaggio simulate in una prova in scala di laboratorio

La norma specifica un metodo per la determinazione del grado di disintegrazione dei materiali di materia plastica quando esposti ad un ambiente di compostaggio riprodotto in scala in laboratorio. Il metodo non è applicabile alla determinazione della biodegradabilità dei materiali di materia plastica in condizioni di compostaggio. Ulteriori prove sono necessarie per essere in grado di asserire la compostabilità.

Materie plastiche - Determinazione delle dimensioni lineari dei provini

La norma specifica le attrezzatura e le procedure di misurazione per la determinazione delle dimensioni lineari dei provini di materia plastica rigida. Essa è applicabile ai provini descritti nella ISO 20753, ma può essere utilizzata anche per altri provini e per spessori tipicamente nella gamma 0,4 mm ≤ h ≤ 6,4 mm.

Materie plastiche - Materiali di stirene/acrilonitrile (SAN) per stampaggio ed estrusione - Parte 1: Sistema di designazione e base per specifiche

La norma stabilisce un sistema di designazione per materiali di stirene/acrilonitrile (SAN) per stampaggio ed estrusione, che può essere utilizzato come base per le specifiche.
I tipi di materie plastiche di stirene/acrilonitrile si differenziano tra di loro mediante un sistema di classificazione basato su livelli appropriati delle proprietà di designazione:
a) temperatura di rammollimento Vicat;
b) indice di fluidità in massa;
e sulle informazioni riguardanti la composizione, l'applicazione prevista e/o il metodo di processo, le proprietà importanti, gli additivi, i coloranti, le cariche e i materiali di rinforzo.
La norma è applicabile a tutti i copolimeri di stirene e/o stirene sostituito avente da 5% (m / m) e 50% (m / m) di acrilonitrile.
La norma applica ai materiali pronti per l'utilizzo normale non modificati o modificati da coloranti, additivi, cariche, ecc.
La norma non si applica ai materiali espansi.

Materie plastiche - Materiali di polistirene resistente all'urto (PS-I) per stampaggio ed estrusione - Parte 1: Sistema di designazione e base per specifiche

La norma stabilisce un sistema di designazione per materiali di polistirene resistente all'urto (PS-I) per stampaggio ed estrusione, che può essere utilizzato come base per le specifiche.
I tipi di materie plastiche di polistirene resistente all'urto si differenziano tra di loro mediante un sistema di classificazione basato su livelli appropriati delle proprietà di designazione:
a) temperatura di rammollimento Vicat;
b) indice di fluidità in massa;
c) resistenza all'urto Charpy con intaglio;
a) modulo di flessione;
e sulle informazioni riguardanti la composizione, l'applicazione prevista e/o il metodo di processo, le proprietà importanti, gli additivi, i coloranti, le cariche e i materiali di rinforzo.
La norma è applicabile a tutte le materie plastiche di polistirene resistente all'urto con un sistema polimerico bifasico con una fase continua, costituita da polistirene e/o da copolimero di stirene con uno stirene alchil-sostituita, e una fase elastomerica dispersa a base di butadiene.
La norma si applica ai materiali pronti per l'utilizzo normale, non modificati o modificati da coloranti, additivi, cariche, ecc.
La norma non si applica ai materiali espansi.
 

Materie plastiche - Poliuretani termoplastici per stampaggio ed estrusione - Parte 2: Preparazione dei provini e determinazione delle proprietà

La norma specifica i metodi di preparazione dei provini e i metodi di prova normalizzati da utilizzare nella determinazione delle proprietà dei materiali poliuretanici termoplastici per stampaggio ed estrusione. Sono inoltre forniti i requisiti per la movimentazione dei materiali di prova e per il condizionamento sia per il materiale di prova prima dello stampaggio che per i provini prima della prova.

Materie plastiche - Poliuretani termoplastici per stampaggio ed estrusione - Parte 3: Distinzione tra poliuretani a base etere e estere mediante determinazione del contenuto del gruppo di estere

La norma specifica un metodo per la determinazione degli esteri compresi i poliuretani termoplastici (TPU) base estere e TPU base etere per il controllo di qualità senza la necessità di una strumentazione sofisticata ed evita o riduce le analisi microbiche a lungo termine per i materiali di TPU. Il metodo descritto è utilizzato per distinguere i principali tipi di TPU e caratterizzare le miscele di TPU.
Il metodo è applicabile a tutti i poliuretani lineari basati su 4,4 '-difenilmetano diisocianato (MDI) ed è destinato per esempio a minimizzare le prove a lungo termine in relazione alla resistenza microbica e all'idrolisi.
 

Materie plastiche - Determinazione dell'indice di giallo e variazione dell'indice di giallo

La norma definisce un metodo strumentale per la determinazione dell'indice di giallo e la variazione dell'indice di giallo per materie plastiche trasparenti, traslucide o opache.

Materie plastiche - Materiali di acrilonitrile-butadiene-stirene (ABS) per stampaggio ed estrusione - Parte 1: Sistema di designazione e base per specifiche

La norma stabilisce un sistema di designazione per materiali di acrilonitrile-butadiene-stirene (ABS) per stampaggio ed estrusione, che può essere utilizzato come base per le specifiche.
I tipi di materie plastiche ABS si differenziano tra di loro mediante un sistema di classificazione basato su livelli appropriati delle proprietà di designazione:
a) temperatura di rammollimento Vicat;
b) indice di fluidità in massa;
c) resistenza all'urto Charpy con intaglio;
a) modulo di elasticità a trazione;
e sulle informazioni riguardanti la composizione, l'applicazione prevista e/o il metodo di processo, le proprietà importanti, gli additivi, i coloranti, le cariche e i materiali di rinforzo.
La norma è applicabile a tutti i materiali di acrilonitrile-butadiene-stirene costituiti da una fase continua basata principalmente su copolimeri di stirene (e/o alchil-sostituito stirene) e acrilonitrile e una fase elastomerica dispersa basata principalmente su polibutadiene, più altri componenti, nelle quantità specificate nel testo.
La norma si applica ai materiali ABS pronti per l'utilizzo normale sotto forma di polvere, granuli, pellet o chip non modificati o modificati da coloranti, additivi, cariche, ecc.
 

Materie plastiche - Poliuretani termoplastici per stampaggio ed estrusione - Parte 1: Sistema di designazione e base per specifiche

La norma stabilisce un sistema di designazione per gli elastomeri poliuretanici termoplastici, che si basa sulle UNI EN ISO 1043 (tutte le parti) e sulla UNI EN ISO 11469.
Il sistema di designazione può essere utilizzato come base per le specifiche.
Il sistema di designazione è applicabile a tutti gli elastomeri poliuretanici termoplastici. Essa si applica ai materiali pronti per l'uso normale in forma di polvere, granuli o pellets, non modificati o modificati da coloranti, cariche o altri additivi, ecc.
 

Vuoi associarti a Uniplast?

Contattaci per avere maggiori informazioni e ricevere il modulo di iscrizione.